Home Coronavirus ANDRIA – Coronavirus. Gli esercenti: “Alto rischio contagio per noi, ancora gente...

ANDRIA – Coronavirus. Gli esercenti: “Alto rischio contagio per noi, ancora gente in strada senza motivo”. FOTO

0

L’appello lanciato dopo l’ultimo decreto che blocca le attività non essenziali

Una parte della cittadinanza andriese continua ad eludere le disposizioni previste dal Governo per il contenimento del Coronavirus, nonostante i rigidi controlli in città mesi in atto dalle Forze dell’Ordine e sempre una maggiore attenzione  verso le misure precauzionali adottate anche dai commercianti (mascherine protettive, guanti, distanziamento sociale di almeno un metro, accesso agli esercizi commerciali consentito a due persone per volta, etc…).

Gli esercenti andriesi però lanciano un appello ai propri concittadini. Ad oggi, sono 50  i casi totali risultati positivi nella BAT, di cui 17 solo ad Andria che resta in vetta alla classifica delle città più colpite della nostra provincia.

Un triste primato che sembra non destare preoccupazione  alcuna in quella minima percentuale di andriesi che, con buona pace di chi da settimane è in quarantena precauzionale o obbligatoria, non rispetta il ferreo divieto di uscire di casa, eccezion fatta per i tre motivi ben noti: lavoro, salute e necessità.

E proprio della necessità, come fare la spesa o portare fuori il cane, alcuni ne fanno virtù approfittando di queste esigenze per allontanarsi dal proprio domicilio troppo spesso senza un valido motivo. “Alcuni clienti tornano da noi più volte nell’arco della stessa giornata, con la scusa di acquistare anche un solo prodotto assolutamente evitabile”, affermano gli esercenti.

Fin dalle prime ore del giorno, infatti, lunghe file composte anche da una decina di persone, affollano i marciapiedi all’ingresso di supermercati, banche, uffici postali e tabaccherie, suscitando turbamento in coloro che sono chiamati comunque a garantire il proprio servizio a stretto contatto con il pubblico, tra mille perplessità e paura di contagio.

E’ importante ricordare che è stato istituito il numero Verde 800283233, dalle ore 9/12 alle ore 17/20) per l’assistenza domiciliare rivolta agli anziani ultrasessantacinquenni e a tutti in cittadini andriesi in quarantena.

Restare a casa è un obbligo morale e civile, prima che giuridico!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.