Home News La Nuova Matteotti Corato sconfitta in casa Stop per i biancoblu...

La Nuova Matteotti Corato sconfitta in casa Stop per i biancoblu di Verile 72-77 contro l’Adria Bari

0

Seconda sconfitta casalinga consecutiva per la Nuova Matteotti Corato, che perde contro l’Adria Bari dopo essersi inchinata alla capolista Cerignola 15 giorni fa. Un ko che brucia quello contro i baresi, vittoriosi 72-77 al termine di un match non ben interpretato dai coratini per quasi 30 minuti prima della veemente ma inutile reazione nel quarto periodo.

Match complicato sin dall’avvio per i coratini, che devono rinunciare a Laquintana ed hanno Gatta in campo debilitato dall’influenza, virus che in settimana ha tormentato il roster di casa. Pronti via e Simonis piazza 5 punti consecutivi che fanno ben sperare. L’Adria di coach Miriello, che schiera il neo arrivato Cuomo, trova nei lunghi Maietta e Macernis due cecchini infallibili, che bucano ripetutamente la retina del PalaLosito lanciando Bari al vantaggio esterno, che non lascerà più (13-19 al 6′). Corato non trova il bandolo della matassa né in attacco né in difesa, sprecando tanto e concedendo canestri facili ben sfruttati dagli ospiti, tanto che a fine primo quarto il parziale recita 19-31.

Secondo quarto ed inerzia della gara che non cambia. Si segna meno che in avvio ma i baresi non soffrono mai troppo la manovra dei coratini che non pungono più di tanto. La Matteotti si avvicina sino al -8 (27-35) prima che Bari con un 3-9, a cui contribuisce Grimaldi, non scappi nuovamente (30-46). All’intervallo Corato riduce un po’ il gap e va negli spogliatoi sul 37-51.

Avvio di terzo quarto che vede i locali serrare i ranghi difensivi. La situazione falli di entrambi i team costringe i due coach a rotazioni forzate con tanti protagonisti gravati da 3 o 4 falli da una parte e dall’altra. Lo spettacolo ne risente e si segna col contagocce. La difesa degli uomini di Verile limita bene l’attacco ospite mentre in attacco, nonostante un buon Cicivè, il distacco resta sempre ampio. Solo 1 il punto recuperato dalla Matteotti al 30′, col tabellone che recita 49-60.

Ultimo quarto con Corato che parte con il piede pigiato sull’acceleratore per rimontare lo svantaggio. In pochi minuti Sabeckis e Cicivè recuperano sino al -2 (62-64 al 35′) prima che una tripla di Grimaldi non ricacci indietro Corato (64-69). Bari ritrova fiducia e torna avanti mettendo le mani sul match. Ma sul 66-75, quando sembra tutto finito, entra in scena Simonis, che segna due triple consecutive e riporta in men che non si dica Corato a contatto (72-75 al 39′). Bari però nel finale è più lucida mentre Corato sbaglia qualche tiro di troppo, anche perché molto stanca e con pochi uomini a disposizione, causa anche l’uscita per 5 falli di Sabeckis. Finisce quindi 72-77 con i due liberi di Maietta, top scorer del match con 22 punti, che sigillano la vittoria ospite.

NUOVA MATTEOTTI CORATO – ADRIA BARI  72 – 77

NUOVA MATTEOTTI CORATO: Sabeckis 14, Gatta 6, Simonis 21, Mazzilli 7, Cicivè 20, D’Introno 4, D’Imperio ne, Scaringella, Di Bartolomeo, Verile. All. Verile.

ADRIA BARI: Grimaldi 14, Loprieno 5, Binetti, Macernis 19, Maietta 22, Cuomo, Ravelli, Larocchia 16, Perrelli 1, Di Donato ne. All. Miriello.

ARBITRI: Laveneziana di Monopoli (BA) e Fiorentino di Bari

PARZIALI:    19-31,     37-51,     49-60,     72-77

NOTE: Fallo tecnico a Loprieno

USCITI PER 5 FALLI: Loprieno, Perrelli, Sabeckis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.