Home Politica “Azione”, il Partito di Carlo Calenda convoca il congresso: Titti Cinone candidata...

“Azione”, il Partito di Carlo Calenda convoca il congresso: Titti Cinone candidata alla segreteria provinciale

0

C. S.
“Azione” , il Partito di Carlo Calenda, convoca il suo 1° Congresso Nazionale il 15 gennaio. Titi Cinone unica candidata donna per l’elezione Segretario Provinciale di Bari.

“Qui a Bari partiamo con il nostro progetto, dalla significativa connotazione femminile” sottolinea la Cinone “fatto da persone dirette e concrete che hanno un indomabile spirito aperto ed innovativo, pronto a guidare azioni che entrino nella politica per sdoganare le banalità che spesso caratterizzano i politici. È la nostra sfida, non abbiamo davanti nessun nemico da combattere, abbiamo solo una visione del modo di fare politica che sia prima di tutto tecnica di governo e che consenta di attuare nella nostra Provincia quelle politiche in grado di darle una vera dimensione identitaria di Città metropolitana. Per questo obiettivo metteremo in gioco capacità combinatorie esistenti in seno al nostro partito, che esaltino la competitività del nostro territorio.”
I gruppi promotori cittadini attualmente in forza nella nostra Provincia sono 8, Altamura, Bari, Corato, Modugno, Molfetta, Monopoli, Putignano e Santeramo ed è sulla base delle loro proposte che si è andata definendo sia la candidatura di Nunzia Cinone alla segreteria Provinciale sia quella dei membri del Consiglio Direttivo e dei Delegati all’Assemblea Nazionale.

“Il Congresso sarebbe stato la migliore occasione per incontrare i circa 600 iscritti al partito della provincia di Bari ma le misure restrittive legate alla pandemia, diventate ancor più stringenti dal 10 Gennaio, hanno reso necessario da parte della Commissione Congressuale Nazionale” precisa la Cinone, “una sostanziale modifica sullo svolgimento dell’Assemblea stessa. Pertanto, nelle Province in cui esisteva una candidatura unitaria, espressione di una scelta condivisa, verrà conferita la Segreteria Provinciale per acclamazione”.
La presenza di AZIONE in provincia di Bari attira l’attenzione soprattutto di quella comunità che crede in una politica concreta, efficace che sia accanto ai settori strategici dell’economia del territorio mettendo in connessione le imprese, gli imprenditori (piccoli o grandi che siano) con le occasioni che la UE ci da per valorizzare la scuola, l’università, l’agricoltura e la Sanità.
“Noi partiamo da qui” chiarisce la Cinone “dalle persone, dal loro forte senso di appartenenza ad una comunità solidale, una comunità portatrice di capacità prima ancora che di bisogni, per fare resistenza alle spinte disgreganti provenienti dagli effetti di una crisi contingente non solo economica ma anche di modello sociale. Questo il nostro modo di intendere il fare politica. Nel nostro territorio, come in pochi altri, si avverte l’impellente necessità di alimentare la larga e crescente vitalità sociale e associativa delle istanze ambientaliste. L’obiettivo lungimirante è far convivere le ragioni “green” con l’offerta e le esigenze dell’economia. Non ci sono scorciatoie: serve una proposta ecologista non “intruppata” nelle attuali logiche di schieramento ma che sia contemporanea”.

 

Articolo precedenteProroga dei bandi GAL per “salvare” i manufatti rurali
Articolo successivoDonna muore in uno studio dentistico a Corato

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.