Home Scuola L’IPC “Tandoi” irrompe nel futuro con le stampanti alimentari 3D e si...

L’IPC “Tandoi” irrompe nel futuro con le stampanti alimentari 3D e si prepara agli “Open day” per andare incontro agli studenti di domani

0

C. S.
L’IPC “Tandoi” di Corato spalanca le porte del futuro e vi irrompe con passo deciso. Certo, non dimentica il prezioso retaggio del passato, ma va incontro all’innovazione col piglio sicuro di una scuola ognora tesa alla scoperta del nuovo e alla bellezza della meraviglia.

Così, presto nei laboratori arriveranno le stampanti tridimensionali alimentari, che offriranno agli allievi l’opportunità di esprimere tutta la loro creatività persino nel mondo culinario.
Infatti, grazie all’inesauribile tenacia della dirigente, prof.ssa Angela Adduci, e all’infallibile impegno dei professori Franca Tota e Sergio Luciano Falleti, l’istituto professionale ha vinto un cospicuo finanziamento con un progetto presentato nell’ambito del Piano Nazionale “Scuola digitale”, volto a sostenere l’apprendimento curricolare e l’insegnamento delle discipline STEM (Scienze, Tecnologie, Ingegneria e Matematica).

Dunque, al lavoro quotidiano nelle sale spaziose e attrezzate e nelle cucine ariose e perfette dell’indirizzo Enogastronomia, i discenti potranno abbinare la possibilità di dar vita al digital food attraverso i nuovi avveniristici strumenti. Ognuno di loro potrà sperimentare l’ultima frontiera della cucina, che abilmente intreccia tradizione e modernità. Per mezzo di un “sac a poche” computerizzato, per esempio, si possono realizzare forme particolari e accattivanti con creme, formaggi, miele e cioccolato.
Chiaramente, anche l’indirizzo Sanità e Assistenza Sociale potrà usufruire delle stampanti 3D all’interno dei laboratori di Metodologia, al fine di variare in modo ancor più fantasioso la propria attività.

Un’altra perla, unica e impareggiabile, nella già ricca offerta formativa dell’Ipc “Tandoi”, che incontrerà gli studenti del domani negli “Open day” che si terranno nei prossimi giorni del mese di gennaio, il 13 (ore 17-19), il 16 (ore 11-13), il 20 (ore 17-19) e il 23 (ore 11-13). Speciale “Open Night”, invece, il 28 dalle 20 alle 23.

 

Articolo precedente“Brutta la prima” per la SIxT. Una riapertura tra disservizi e malcontento per i cittadini
Articolo successivoProroga dei bandi GAL per “salvare” i manufatti rurali

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.