Home Basket Adriatica Industriale alla quinta vittoria di fila: Neroverdi soli in testa

Adriatica Industriale alla quinta vittoria di fila: Neroverdi soli in testa

0
Corato espugna con una partita quasi perfetta il PalaPiccinni con il punteggio di
61-74 (19-21, 36-41, 50-56) e si issa sola in testa alla classifica di Serie C Gold,
con la sola Molfetta potenzialmente in grado di raggiungere i neroverdi (due
partite da recuperare).
Parte fortissima la squadra ospite che imprime alla grande il suo gioco e fa
subito 0-8 che costringe al time out coach Miriello. La tanta densità negli ultimi
metri non permette alla Pasta Lori di esprimere il proprio talento offensivo:
biancorossi ci mettono ben 4′ prima di realizzare il primo canestro (dalla lunetta),
ma una volta rotto il ghiaccio riesce a tornare a piccoli passi nel match e a
ridurre il gap prima del riposo fino al -2.
L’ingresso di Ippedico dà nuova linfa ai padroni di casa che trovano il primo (e
unico) vantaggio proprio con una tripla dell’ex Ruvo. Corato non ci sta, si desta e
dopo un paio di minuti confusi, rimettono la freccia e provano la fuga guidati dai
canestri di Ouandie (31) e Bucciol (17), fino al 24-36 di metà tempo. Altro time
out, altro Altamura: Clemente (20 punti) e Ippedico rimettono in corsa i padroni
di casa e in un finale convulso di tempo quasi agganciano Corato: 36-41.
Al ritorno in campo i neroverdi sono molto più ordinati, a partire dalla difesa,
presidiata in maniera clamorosa dal duo Tomasello-Chiriatti. L’Adriatica
Industriale prova di nuovo l’allungo, sino al +13, ma complici alcuni errori dalla
lunetta (unica pecca di una partita perfetta) Altamura rientra ancora una volta nel
match, guidata dal solito tandem Clemente Ippedico: 50-56.
Ultimo quarto: Corato gestisce con personalità le residue folate offensive (alla
fine saranno solo 25 i punti segnati dalla Pasta Lori nel secondo tempo) e
allunga sino al +13 finale, che gli consente di guardare tutti dall’alto in classifica.
Corato batte Altamura 61-74.
Ancora una prestazione maiuscola dei ragazzi allenati da coach Verile e
Carnicella, una partita difficilissima, resa apparentemente semplice da un
gruppo di atleti straordinario che pare stia trovando già la miglior condizione, in
attesa del ritorno di Efe Idiaru. Menzione speciale per il centinaio di tifosi
neroverdi che hanno gremito il PalaPiccinni e hanno fatto sentire quasi a casa i
nostri giocatori.
Nel prossimo turno i neroverdi saranno chiamati ad un’altra prova del fuoco, un
altro scontro al vertice dal coefficiente di difficoltà altissimo. Domenica 5
dicembre alle ore 18, al PalaLosito arriva Vieste, che avrà voglia di mettere
immediatamente alle spalle la sconfitta casalinga patita nell’ultima giornata
contro Castellaneta. L’ennesima prova del nove per un gruppo che sta
crescendo sempre più, giorno dopo giorno.
TABELLINI:
ALTAMURA: Clemente 20, Casareale M. 5, Gaudiano 3, De Bartolo 9, Bojkovic
4, Ippedico 12, Miriello 3, Coppola 5, Vorzillo, Biandolino NE, Casareale B. NE,
Vitale Ne
CORATO: Stella 11, Chiriatti 7, Ouandie 31, Lutterman 4, Bucciol 17, Tomasello
2, Del Tedesco 2, Messina, Algie, Mitrovic NE, Petrovic NE, Sgarlato NE
Articolo precedenteVaccinazioni e terze dosi, da lunedì 29 i medici di base pronti per le somministrazioni
Articolo successivoAlta Murgia Pulita, l’Esercito e l’Arif liberano il Parco da circa 40mila kg di pneumatici abbandonati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.