Home Calcio Unione Bisceglie – Corato: 1-1, il Corato manca la “FUITINA” sul più...

Unione Bisceglie – Corato: 1-1, il Corato manca la “FUITINA” sul più bello

0

Gli uomini di Scaringella, raggiunti a metà ripresa, dopo aver mancato la chiusura dei conti con un penalty fallito e la fuga in classifica.

Gli aspiranti sposi promessi neroverdi, sono scaltri e si fanno trovare pronti con le premesse di una prima fuitina, già da inizio gara. Volitivi, con buona personalità, vanno in fuga già dopo 6′ con Cotello, che approfitta di un incertezza del portierino Di Bari, che si rifarà in seguito. Tengono in mano il pallino e sembra che già siano in procinto di costruirsi un solido gruzzoletto in più occasioni, x un’importante fuga a distanza, con il Barletta soccombente, ma neanche il Covid interrompe la maledizione dei penalties neroverdi, perché anche Pignataro se lo fa parare da Di Bari.

La giovane Unione, pur in difficoltà, non si scompone ed anzi nella 2^ frazione riparte con un piglio più disinvolto, senza mai andare in ansia e buttare palla. Il Corato invece, non chiude la sfida, sembra più saccente ed un pizzico sufficiente, ritenendo di avere già il bottino in cassaforte.

Tra questi il portiere Addario, che in un innocuo intervento aereo, perde la sfera (vedi San Marco della scorsa stagione) e consente al 16enne Petrignani di interrompere la fuitina.L’errore individuale ci sta, per carità, sia per Addario che per Pignataro, forse no la mancanza di cinismo di chi ha l’ambizione di vincere un campionato. La reazione non è lucida e neanche efficace, come nella 1^ parte.

Scaringella cambia gli esterni Giancola e Quarta. Le gerarchie ci stanno, ma mi permetto di dire, che quando parlasi di Negro o di Quarta, migliore della scorsa stagione, forse un turn-over in partenza può rendere la competizione interna più stimolante ed evitare di bruciare qualcuno di loro.

In un campionato livellato come questo, l’Unione assumerà un ruolo di Giamburrasca guastafeste, ma forse chi come detto ambisce alla laurea in Serie D, pur con i meriti biscegliesi, queste vittorie non possono sfuggire e sono pezzi del mosaico, che avrebbero reso la fuitina, già importante.

Meglio ora, come lezione di umiltà, che dopo con un peso specifico dei punti più pesante. La fuitina è sempre possibile!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.