Home Sport Mister Mimmo De Pierro vola in cielo – È scomparso a 76...

Mister Mimmo De Pierro vola in cielo – È scomparso a 76 anni il carismatico mister di origine lucana, di lunga militanza, coratino d’adozione

0
A cura di Nico Como
Mimmo De Pierro, l’affermata ala sinistra anni 60/70, che in area di rigore volava più in alto di tutti, è ora volato in cielo.
Più conosciuto come Mimmo, l’attaccante di Roccanova di Potenza (76 anni compiuti il 27 marzo scorso), aveva conosciuto i suoi momenti di gloria a Catania, esordendo in Serie A, a 21 anni,  nell’unica presenza, contro la Fiorentina (0-2) e siglando invece una rete in Coppa Italia di Serie B a Bari (3-2 d.c.r.).
Rientrato nei ranghi tra Serie C e D, tra cui a Molfetta, in cui conobbe sua moglie, dando i natali al suo unico figlio Emilio, concluse la sua carriera da calciatore a Corato, in Promozione, divenendo contemporaneamente bancario di un importante istituto di credito.
Elegante e carismatico, i tifosi coratini con i capelli bianchi, si ricordano di lui oltre che per le tante inzuccate in rete e la corsa da gazzella, per come sbeffeggiava compiaciuto i suoi avversari negli ultimi minuti di gara, in difesa della vittoria, facendo letteralmente sparire la sfera, come in un gioco di prestigio, rinchiudendosi nello spicchio di corner, per lunghi secondi, al punto da frustrare i propri avversari.
Un filosofo del calcio che ironizzava su tutto, specie nella sua lunga carriera da allenatore, iniziata con il settore giovanile del Corato, dopo la fusione con la Coratina di Gino Como, sfornando un plotone di giovani calciatori, come Strippoli, Zinetti, Rozzo, Caterina, Procacci, Iurilli, Leuci, etc e consacrando De Palma, i 2 Maldera (Renato e Peppino detto Buffon), che portò con sé a Ruvo in Promozione, dove raggiunse l’apice, prima di proseguire con Spinazzola, Roccanova e Pro-Corato.
Le sarcastiche esternazioni del “Maestro”, come veniva etichettato dalle tante generazioni susseguitesi,  sarebbero entrate nelle hit di rubriche di “Mai dire Gol” o “Quelli che il calcio” del tipo: “ma usi le scarpe della Miralanza?” o “oggi l’uomo squadra sei tu, ma quando entrerai giusto nei minuti finali per fare la differenza”. Ma con i suoi discorsi di raffinata psicologia, riusciva a caricare e dar coraggio a tutti e far sentire utili ed importanti, anche chi come me, non avesse tanto feeling con il pallone. A fine carriera provò ad importare a Corato, c/o la Pol. San Gerardo il Calcio a 5, con il nome della sua avviata attività commerciale, in una città con scarsa vocazione per questo Sport. Stava ormai esaurendo le cartucce di una lunga ed onorata carriera nel mondo del calcio, lasciando un marchio della sua spensierata filosofia, prima di dare l’addio alla vita terrena lasciata martedì 15 settembre.
Buon volo Mimmo, buon volo Mister De Pierro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.